L’Associazione Storia della Città. Descrizione e finalità

Centro internazionale di studi per la storia della città, fonti d’archivio e patrimonio architettonico-ambientale

EN This page is translated in English

L’Associazione Storia della Città (Centro internazionale di studi per la storia della città, fonti d’archivio e patrimonio architettonico-ambientale), fondata nel 1986, ha sede in Roma.

Ha finalità esclusivamente scientifiche e di ricerca; ha promosso seminari, convegni e studi ed è referente per il Museo della Città e del Territorio.

Per conseguire i suoi scopi, provvede alla ricerca ed all’utilizzazione sistematica, in un organico programma, delle fonti archivistiche e di ogni altra testimonianza delle trasformazioni materiali, relative alle città in Italia.

L’Associazione promuove il rinnovamento delle metodologie scientifiche, l’avanzamento degli studi (sia storico-istituzionali che strettamente disciplinari) la sperimentazione informatica, in costante collaborazione con i più importanti organismi e gruppi di ricerca in campo nazionale e internazionale.

L’adesione all’Associazione, su invito, è riservata a studiosi e istituzioni concretamente impegnati nella storia urbanistica territoriale italiana in modo continuativo e originale nel campo della conoscenza e in quello della tutela.

Nell’ambito dell’Associazione Storia della Città (che si avvale di questo sito web e dell’Annuario “Storia dell’Urbanistica”) operano gruppi di interesse in diversi ambiti specialistici (come l’Archeologia e la Topografia medievali) e gli Amici del Museo della Città e del Territorio (che promuove “Studi Vetrallesi”).

Diamo inizio (marzo 2002) alla pubblicazione delle prime sintesi bio-bibliografiche dei membri dell’Associazione, che verranno via via completate nei prossimi aggiornamenti, ai quali si rinvia anche per le altre notizie sulle altre associazioni nazionali ed internazionali che operano nel nostro campo di interessi.

L’Associazione Storia della Città. Descrizione e finalità

Arnolfo di Cambio urbanista

A cura di Enrico Guidoni, in “Urbanistica, archeologia, architettura delle città medievali”

+