Storia dell’Urbanistica – Terza serie

Serie nazionale, dal 2009 al 2017

9/2017

Centri di fondazione e insediamenti urbani nel Lazio (XIII-XX secolo): da Amatrice a Colleferro

8/2016

Carla Benocci
Le Assicurazioni Generali nelle città italiane tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento

7/2015

Claudia Bonardi
Fare urbanistica tra XI e XIV secolo

6/2014

Stefania Aldini, Carla Benocci, Stefania Ricci, Ettore Sessa
Il segno delle esposizioni nazionali e internazionali nella memoria storica delle città: padiglioni alimentari e segni urbani permanenti

5/2013

Antonella Greco
Dalla torre alla torre piezometrica

4/2012

Marco Cadinu
I catasti e la storia dei luoghi

3/2011

Carla Benocci, Gabriele Corsani, Luigi Zangheri
Manuali e saggi sul giardino e sul paesaggio in Italia: dalla fine del Settecento all’Unità

2/2010

Ugo Soragni, Teresa Colletta
I punti di vista e le vedute di città, Vol. I, Secoli XIII-XVI

Paolo Micalizzi, Antonella Greco
I punti di vista e le vedute di città, Vol. II, Secoli XVII-XX

1/2009

Guglielmo Villa
Pier Francesco da Viterbo e l’architettura militare italiana del primo cinquecento

La rivista, fondata nel 1981, nasce dall’esigenza di una maggiore aderenza – rispetto alla rivista Storia della città e, più in generale, rispetto agli studi storici e letterari – sia alle tematiche della ricerca universitaria, sia alla storia urbanistica italiana in età moderna e contemporanea.
Dopo alcuni anni, e in stretta correlazione con le ricerche nazionali del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica (ex 40%) coordinate da Enrico Guidoni (Dipartimento di Architettura e Analisi della Città – Università di Roma “La Sapienza”), Storia dell’urbanistica si è ‘regionalizzata’ e hanno avuto inizio
serie dedicate a Lazio, Piemonte, Toscana, Campania, Puglia, Sicilia, Veneto che, con diversa cadenza anche in relazione con la disponibilità di fondi, hanno potuto sviluppare percorsi di ricerca autonomi e spesso fortemente sperimentali.

Da questo patrimonio di esperienze, consolidato attraverso numerosi convegni, è infine scaturita la nuova serie dell’Annuario che, su tematiche di interesse generale che gradualmente riguarderanno anche l’età medievale, ha fino ad oggi visto la pubblicazione di numeri monografici:

Accanto alla parte monografica la struttura dei volumi prevede anche sezioni destinate ad ospitare contributi non coordinati (Saggi e ricerche, Fonti e documenti) e una dedicata ad informazioni bibliografiche. In ciascun volume è tenuta costantemente presente l’esigenza di documentare l’intero contesto italiano, tenendo conto della opportunità sia di rinnovare l’interpretazione critica sia di pubblicare fonti e documenti inediti o scarsamente noti.